fbpx

Le migliori soluzioni per creare un Ecommerce di successo, portare online il vostro negozio non è mai stato così semplice

 

Costruire un negozio di successo è una sfida complessa, un insieme di azioni e decisioni da intraprendere, crearne uno online è una soluzione molto meno complessa e più profittevole. Come funziona un ecommerce e cosa bisogna fare per crearne uno di successo? Per agevolarti, ecco le migliori risorse per costruire, avviare e sviluppare un negozio online profittevole che lavori al posto tuo. Costruire il vostro negozio online non è mai stato così semplice.

La prima domanda che devi porti nel momento in cui decidi di creare un ecommerce è: quale modello di business online voglio voglio sviluppare? Quanti prodotti voglio vendere e a chi? Chi sono i miei competitor e come lavorano online? Quali piattaforme mi possono agevolare nella costruzione e nella vendita? Poche domande ma necessarie per identificare la giusta strategia da intraprendere, se hai dubbi contattami per una consulenza senza impegno. Cominciamo per ordine.

Modello di business 2020: Ecommerce con o senza magazzino?

Con magazzino

Creare un ecommerce tradizionale significa individuare dei fornitori affidabili, acquistare i prodotti all’ingrosso e stoccarli fisicamente in un magazzino, il quale richiede spazio e budget dedicato. Poi dovrai occuparti di gestire l’inventario da caricare sul tuo sito, e ogni volta che riceverai un ordine per un prodotto sarai tu stesso a occuparti dell’imballaggio e della spedizione. Per farti aiutare in tutto questo, potresti aver bisogno di un gestionale (CRM o App) che ti aiuti a gestire le scorte in modo efficiente per non restare mai senza prodotto.

Senza magazzino

Questo modello di business rappresenta una grande opportunità per quelle attività che non hanno a disposizione un budget elevato per farsi carico di costi dell’acquisto all’ingrosso e della gestione di un magazzino fisico, è il c.d Dropshipping:

Per Dropshipping si intende un modello di vendita grazie al quale il venditore vende un prodotto ad un utente finale, senza possederlo materialmente nel proprio magazzino. Il venditore, effettuata la vendita, trasmetterà l’ordine al fornitore che in questo caso viene chiamato “dropshipper”, il quale spedirà il prodotto direttamente all’utente finale. In questo modo, il venditore si preoccupa esclusivamente della pubblicizzazione dei prodotti, senza le relative incombenze legate ai processi di imballaggio e spedizione che invece sono a cura del fornitore.

Creare un ecommerce con la formula del dropshipping

Ad oggi, circa il 33% di tutti i business scelgono di creare un sito ecommerce con il metodo del dropshipping. Con il dropshipping, tutto quello che dovrai fare è preoccuparti di realizzare un ecommerce accattivante e trovare i migliori fornitori dalla quale importare nel tuo portale l’inventario dei prodotti, senza doverli acquistare e quindi senza doverli stoccare in un magazzino.

Ogni volta che un cliente effettuerà un acquisto, tu dovrai solo acquistare il singolo prodotto dal tuo fornitore, che si occuperà dell’imballaggio e spedirà il prodotto direttamente al tuo cliente finale. Tanto vantaggioso no? Con il dropshipping non dovrai preoccuparti di tanti aspetti e costi perché in capo al produttore:

  • la produzione dei prodotti;
  • il magazzino;
  • la distribuzione;
  • il personale.

Ma ha anche alcuni limiti ovviamente. Gran parte del successo del tuo e-commerce dipende dalla serietà del fornitore e dalla qualità del servizio e dei prodotti che offre. Dal momento che tu sei il suo unico referente, il cliente ti imputerà ogni eventuale problema in caso di:

  • ritardi nella consegna;
  • articoli danneggiati;
  • qualità scadente dei prodotti;
  • imballaggio non altezza.

Per questo è sempre utile affidarsi a più fornitori per prodotti simili. Aggiungo anche la Concorrenza e l’investimento in SEO e in Advertising Online, per posizionarvi più in altro possibile nelle ricerche per aumentare le vendite.

Ecommerce 2020: individuare i concorrenti e costruire un business plan

Avete trovato il prodotto, valutato il suo potenziale e selezionato il fornitore. È tempo di individuare i vostri concorrenti, per capire esattamente con quali aziende vi scontrerete. Se non siete supportati da un consulente che dispone di strumenti per l’analisi della concorrenza come SEMRush, potete sfruttare i risultati che vi restituisce la ricerca Google. Completata l’analisi, è il momento di scrivere il business plan, che vi sarà utile sia per accedere a fondi e finanziamenti agevolati che per coinvolgere eventuali investitori privati nel vostro progetto.

Primi passi verso un ecommerce di successo

Il successo o l’insuccesso del tuo ecommerce dipende da questi fattori. Dopo aver determinato il nome dell’azienda e registrato il vostro dominio e la veste grafica, è tempo di creare un logo che identifichi ciò che fate. Siete quasi pronti Ma prima dovrete ottimizzare il vostro negozio online sia su Google che sugli altri motori di ricerca.

Una volta ottimizzata la vostra posizione sui motori di ricerca (SEO), è il momento di costruire il vostro negozio. Per questa fase è fortemente consigliato il supporto di un consulente professionale per risparmiare tempo e spesso anche soldi. Gli elementi fondamentali sono diversi.

Piattaforme per ecommerce: quale scegliere?

Esistono numerose piattaforme dedicate agli ecommerce, dalle più complesse alle più accessibili, che vanno di pari passo con il grado di personalizzazione che desiderate per il vostro store online. Ecco le più conosciute e performanti:

  • Magento: è la piattaforma open-source più usata per i negozi online perché maggiormente adattabile a ogni tipo di esigenza e scalabile. E’ indicato principalmente per store di medie/grandi dimensioni e necessita di specifiche capacità tecniche per la sua implementazione e gestione. La maggior parte delle funzionalità aggiuntive di Magento richiede l’integrazione di moduli spesso a pagamento e, infine, di un server con un ottimo livello di prestazione, ergo più costoso.
  • Prestashop: tra i top CMS open-source più usati per vendere online, più semplice di Magento sia nella gestione dei suoi contenuti sia nell’implementazione di nuove funzionalità. Prestashop ha un pannello di amministrazione decisamente intuitivo, aspetto importante perché sarai sempre tu a gestire la quotidianità del tuo negozio online. Ottima piattaforma sia per la fase di creazione che in quella di gestione. Molte funzionalità possono essere aggiunte facilmente grazie anche a moduli extra gratuiti.
  • Shopify: una formula totalmente diversa rispetto alla precedenti in quanto si tratta di una piattaforma a noleggio. Non prevede grandi personalizzazioni purtroppo poiché non è Open Source. Vantaggi di Shopify è che tutte le piattaforme sono gestite nei loro server gratuiti.
  • WordPress + Woocommerce: un’alternativa da considerare se hai già un sito su WordPress e pochi prodotti da vendere ecco la soluzione ideale per te potrebbe essere aggiungere il plugin Woocommerce, specifico per la vendita online.

Le migliori soluzioni e tips per creare un Ecommerce di successo, portare il vostro negozio online è determinante per aumentare le vendite, se lo hai giù creato ma non sta generando traffico e quindi nessun nuovo ricavi, contattaci per un’analisi gratuita e ripartire col piede giusto.

Ultima Tips, pubblicizza la tua attività online via Google Search e Shopping, oltre il 90% degli utenti effettua delle ricerche online e compara le diverse proposte prima di scegliere, non farsi trovare significa lasciarli andare dai tuoi competitor. Attiva delle campagne su Google, attira nuovi clienti ogni mese e aumenta le vendite come mai prima. Guadagna subito, richiedi un preventivo.

Emiliano Farina

Emiliano Farina

Digital Marketing Specialist

Emiliano Farina Marketing Solutions
Consulenze Marketing per PMI
P.IVA: 03033120605