fbpx

Cosa cambia e come accedere al nuovo bonus pubblicità previsto dal Decreto Cura Italia: 30% senza valore incrementale e scadenza 30 Settembre.

Oltre agli interventi generali a sostegno delle imprese e dei lavoratori, il decreto Cura Italia prevede, all’art.98, misure straordinarie a sostegno della filiera della stampa, il c.d bonus pubblicità. Ossia, l’agevolazione erogata sotto forma di credito d’imposta da utilizzarsi in compensazione F24 che mira ad incentivare gli investimenti pubblicitari su giornali (digitali e cartacei), televisione e radio con lo scopo di accrescerne le entrate.
Non sono ammesse al credito d’imposta le spese sostenute per altre forme di pubblicità, come ad esempio quelle che riguardando la realizzazione grafica pubblicitaria, la pubblicità sui social media o quella attraverso banner pubblicitari su portali online, i volantini cartacei periodici, la pubblicità su cartellonistica.
Le importanti novità introdotte con il decreto Cura Italia:
-Nella nuova versione, il Bonus viene stabilito al 30% sull’interno investimento e non solo sulla parte incrementale in relazione allo scorso anno;
-Il limite massimo di spesa è previsto per 27,5 milioni di euro. Il diritto all’agevolazione resta condizionato al fatto che gli investimenti siano incrementali di almeno l’1% rispetto all’anno prima.
-un differimento di 6 mesi del periodo di invio della comunicazione telematica di accesso al credito. Le nuove domande, dunque, eccezionalmente per quest’anno potranno essere presentate dal 1 al 30 settembre 2020 e si andranno ad aggiungere a quelle già presentate tra il 1 ed il 31 marzo 2020, che rimangono valide. I soggetti ammessi possono utilizzare il credito d’imposta, a decorrere dal quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione del provvedimento di ammissione, in compensazione da effettuare con il modello F24 attraverso i canali telematici dell’Agenzia delle entrate. Se la somma supera i 150mila euro, bisogna invece attendere la comunicazione individuale di abilitazione.
Guida per la domanda
Il sito delle piccole-medie imprese pmi.it ha pubblicato una breve guida per la presentazione telematica della domanda. Bisogna entrare nell’area riservata, con le credenziali SPID, Entratel e Fisconline, o con la Carta Nazionale dei Servizi. Nell’area autenticata, bisogna quindi scegliere la sezione “Servizi per“, e quindi la voce “comunicare“. Dal menù si sceglie il pulsante Credito di imposta per gli investimenti pubblicitari incrementali, e poi si seleziona la voce “Comunicazione“. Dopo aver inserito i dati richiesti, è possibile compilare il modello, che è anche possibile consultare sia sul sito delle Entrate sia sul portale del dipartimento dell’Editoria, completo di istruzioni. L’operazione può essere effettuata anche tramite gli intermediari abilitati. La comunicazione si considera presentata nel giorno in cui i servizi telematici ricevono i dati, il servizio telematico rilascia specifica attestazione.
Vuoi crescere su Google? Scegli il miglior servizio di hosting per siti web aziendali o e-commerce davvero performanti. Fatti guidare nella scelta dei migliori strumenti per la sicurezza e la velocità del tuo sito. Passa a SiteGround e sfrutta anche tu la PROMO. Per maggiori info su trasferimenti domini su altro hosting, richiedi info qui.
Emiliano Farina

Emiliano Farina

Digital Marketing Specialist