fbpx

Tutto ciò che devi sapere per realizzare dei contenuti di qualità per le ricerche online. Come fare una SEO efficace in 20 punti.

 

La SEO è l’insieme delle attività volte a migliorare il ranking di un sito o pagina web per determinate parole chiave (keyword) nei risultati forniti da un motore di ricerca (Search Engine Result Page o SERP).

Tutto ciò che devi sapere per fare una SEO efficace in 20 punti, che risponda alle esigenza di chi legge e rispetti le regole dell’Intelligenze Artificiali dei motori di ricerca, partiamo dalla fase di scelta delle parole chiave:

  • Search Intention & Related, lo studio delle parole chiave parte da una lunga analisi delle intenzioni di acquisto e ricerche degli utenti. Non scrivete come se doveste spiegare qualcosa in stile wikipedia, altrimenti gli utenti avrebbero cliccato su Wiki non trovi? Informa invece sulle nuove tendenze, trucchi pratici e percorsi da fare utili a chi ti legge o potrebbe essere interessato a farlo. Buoni prodotti insieme a un corretto contenuto, sia da un punto di vista informativo e semantico, ottimizzato per le ricerche organiche portano a grandi risultati: conversioni e vendite. Dobbiamo studiare le Keywords o le ricerche? Ci sono alcuni strumenti utili per individuare le parole chiave più utili alla vostra attività, correlate a ricerche online pertinenti con ciò che siete pronti ad offrire e con le tips per costruire un content di qualità. L’importante è individuare le parole rilevanti e quelle non rilevanti per la vostra attività o singolo contenuto, per questo esistono diverse piattaforme come Seozoom o MOZ.COM.
  • La scelta delle Keywords: vale la pena investire su termini di ricerca solo se queste sono rilevanti e pertinenti con ciò che offri, sono ricercate online, sono facilmente classificabili e possono essere termini che potenzialmente convertono (vale soprattuto per chi ha e-commerce).
  • Short o Long? La scelta delle keywords è anche collegato all’obiettivo e al target di utenti, ma soprattutto correlato con il livello del funnel di vendita.
    Research Keywords / Head terms = 1-2 parole
    Consideration KWS / Body terms = 2-3 parole
    Purchase KWS = 3+ parole
    Loyalty KWS / Brand Name = 1-2 parole

Come fare SEO efficace: scrivi per le persone, lavora sul DWell time e il CTR

  • “Wrap your blog post title in H1 Tag”, cosa significa? Inserire il titoli principale in H1 cosi come il sottotitolo in H2 tag per consentire agli spider dei Motori di Ricerca di avere un ulteriore grado di conferma dell’argomento principale oggetto della pagina. È importante non solo scrivere per gli utenti ma anche per le macchine, un corretto uso degli H1 e H2, insieme a un buon titolo e una meta description completa aiuta sicuramente la tua nuova pagina a posizionarsi meglio di coloro che non lo stanno facendo. Scrivi per le persone e non focalizzarti solo sull’aspetto tecnico;
  • Linguaggio Semplice, scrivi pulito in ottica di aiutare chi legge a trovare ciò che più è importante per lui per poter convertire successivamente. Meno del 2% di tutti i risultati di ricerca vocale contengono le esatte Keywords ricercate nel tag title quindi sfrutta tutto lo spazio oltre le semplici Keywords generiche;
  • Usa le LSI Keywords”: cosa sono? Sono termini semanticamente correlati alla parola chiave principale, ad Es: se sto parlano di “Auto Km0” potrebbe essere utile aggiungere contenuti con termini correlati quali Durata della Batteria, Caratteristiche del Motore se queste sono ricercate online e associate a quel tipo di ricerca primaria, cioè “Auto Km0”. Per farla semplice, se dovessi comprare una Auto nuova andresti a cercare info sulle caratteristiche, le prestazioni, ecc…. Se l’auto invece fosse usata magari ti potrebbe interessare trovare info sulla garanzia, il chilometraggio, foto per vedere se ha segni particolari…ecc… Includerle nel proprio contenuto le LSI Keywords significa dare maggiore profondità all’argomento, scendere nel dettaglio con informazioni utili, ma devono comunque essere correlate al proprio glossario di settore;

L’importanza del DWell time e del CTR per una SEO efficace

  • Il CTR si può migliorare cercando di inserire nel Title e nella Description una corretta e coerente anticipazione del argomento o prodotto e di cosa l’utente troverà al suo interno. Il Dwell Time lo si può migliorare scrivendo un chiaro e semplice copy dalla giusta lunghezza e con sottotitoli che anticipano ogni sotto sezione. Questi aspetti per i motori di ricerca è rappresentano dei fattore di Ranking, perché il primo ad avere l’obiettivo di restituire il miglior risultato possibile è proprio Google, diversamente crollerebbe la sua utilità e il suo business.
    Quindi, meglio premiare coloro che lavorano bene con il miglior Dwell Time e miglior CTR.
    Es. TITLE: “Questa guida ha tutto ciò che ti serve per scoprire ……”
    META: “Se stai cercando un tutorial pratico per conoscere e seguire la nuova ….., sei nel posto giusto. Comincia subito anche tu.”
    Maggiore coerenza vi è tra Title, meta e copy e maggiore possibilità avete di portare traffico in target e maggior tempo di permanenza;
  • Rank Brain: l’intelligenza artificiale di Google e altri Motori di Ricerca analizzato i dati dei siti web e se un ottimo contenuto ha un Dwell Time basso e un CTR significa che questo non sta rispecchiando le aspettative degli utenti che lo cliccano e escono subito. Ciao significa che il contenuto non è ottimo o non ottimizzato? No, significa che il tema trattato manca di argomenti che per alcuni o molto sono importanti, quindi individuateli e aggiungeteli;

Come fare SEO efficace: Link building e strategia Seo

  • Link Building: internal & External Links sono importanti per le attività on e off page. La reputazione e la qualità di un contenuto cresce anche grazie alla costruzione di link SEO friendly, di Keyword all’inizio del titolo, l’aggiunta di “Modifiers” del titolo per aumentarne il grado di coerenza con le ricerche online, quindi sfruttate anche questi elementi;
  • Off Page Seo: La link building è importante, ma non è il fattore più rilevante di tutti. Quello che può dare una spinta al vostro nuovo contenuto/pagina è la sua condivisione, la ricezione di commenti e like da parte di altri utenti anche sui social, sulle riviste o altri blog in maniera spontanea e non automatizzata da algoritmi che “boostano” contenuti alla cieca;
  • Immagini: Le immagini rendono parlanti le risorse testuali del tuo sito web e contribuiscono positivamente al posizionamento dei tuoi contenuti.
  • Video: dai priorità ai contenuti video, non è una nuova ricetta ma è un buon consiglio per creare dei contenuti completi per coloro che sono meno inclini alla lettura, sfrutta il tuo canale YouTube o altre piattaforme anche per la link building;
  • Create le FAQ Page, anche questo per i più può sembrare il consiglio dello zio americano ma per coloro che hanno dei nuovi contenuti e non sanno come ottimizzarli può essere un trucco utile per migliorare la qualità del proprio contenuto: crea una micro sezione (chi usa un builder lo può fare in 5 minuti) e aggiungi risposte alle domande più frequenti relativa all’argomento o al prodotto che stai offrendo;
  • Strategia Seo: come prima cosa è importante averne una, non pensare di attivarne diverse. Secondo, quando hai identificato e definito per cosa vuoi posizionarti e come lavora sui fondamentali: ottimizza Title e Meta Description non per acchiappare click ma per anticipare gli argomenti trattati, “posizionati solo per termini di ricerca rilevanti” e soprattuto che rispecchino a pieno quanto presente nel contenuto. Infine, scrivi contenuti di qualità e della giusta lunghezza (min 500 parole) che possano interessare, che siano pertinenti e concisi per un miglior engagement in target;

Scrivi per la Vocal Search e le ricerche shopping

  • Perché le Long Tails per la SEO? La migliore strategia in futuro sarà usare le long Tails perché sfruttano una maggiore quantità di ricerche, sono specifiche e questo significa miglior Dwell e CTR. e raggiungono migliori conversioni perché si avvicinano alle vere intenzioni dell’utente. Infine, sono meno competitive di parole chiave corte e generiche e sono più informative (c.d. Informational KWS, usate negli articoli e blog) e possono intercettare più facilmente le ricerche vocali;
  • Seo per Store Online: verificate la corretta struttura web, ci deve essere una logica e quindi anche una coerenza nella costruzione dei contenuti/pagine. Ecco un esempio:
    Livello 1 > Livello 2 > Livello 3
    Home > Category Product > Product Page
    Corsi Yoga > “Corsi Yoga donne” > “Corso yoga per tornare in forma in 20 minuti comodamente a casa”
    TITLE: “Il miglior Corso di Yoga per donne, in forma in 20 minuti”;
  • Voice Shopping: la ricerca vocale passerà da 2 miliardi di ricerche a 40 nei prossimi 5 anni, quindi se stai realizzando dei nuovi contenuti per arricchire il tuo sito o lo stai facendo nuovo, ricorda che le ricerche vocali oltre ad essere lunghe e specifiche sono mobile first e screenless in molti casi.
    Ripeti con me: “Voice Search are Longer & Conversational, changes where people search and how people get search results. “From people also write to people also ask”, quindi passere da ricerche robotiche in stile uomo di neandertal a ricerche con un linguaggio più naturale, come il il sapiens, quindi tale linguaggio di ricerca ha bisogno e si aspetta di trovare un linguaggio simile anche nel tuo contenuto;

Come fare SEO efficace: ottimizza per mobile e near me

  • Ottimizza per il Mobile: quando si realizza un contenuti non si può non pensare anche all’aspetto mobile, infatti oltre il 60% delle ricerche avviene tramite mobile, e nel futuro può solo aumentare oppure, chissà, magari potrebbe essere bypassato dalla ricerca vocale;
  • Ottimizza per la Vocal Search, qui bisognerebbe scrivere un capitolo intero ma sintetizziamo: le ricerche vocali sono diverse dalle ricerche testuali, provate a casa anche voi e poi ditemi se non è così. Ad Es: le ricerche vocali sono comandi o domande nella maggior parte dei casi, come “Mostrami….” “Cerca su google….” “Che tempo farà domani….”;
  • Ottimizza per la Voice Search, cosa significa questo? Semplice, dovrei includere sempre nei tuoi contenuti futuri una piccola e concisa risposta all’inizio del contenuto di 30-50 parole contenente il sunto di ciò che l’utente stava cercando per quel tipo di ricerca;
  • Ottimizza per Near Me Search, gli utenti cercano servizi vicini a loro, prodotti nei più vicini store fisici o nei più economici store online con spedizione rapida. Lavora in queste direzioni sfruttando ricerche per il local.

Ultimo consiglio su come fare una SEO efficace: verifica sempre come stampa il tuo template di WordPress, di conseguenza struttura il tuo copy e posiziona al meglio H1, H2 e Sottotitoli, con tool gratuiti come GtMetrix o Neil Patel Seo tool se ci sono errori tecnici e correggili, scrivi dei contenuti profondi e usa materiale fotografico o grafico ottimizzato per il web ma soprattuto cerca di rispondere a una o più esigenze del tuo lettore.

Per ulteriori consigli o consulenze gratuite, contattaci.

    Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo la Privacy Policy & GDPR

    Emiliano Farina

    Emiliano Farina

    Digital Marketing Specialist